Registrati    
La strategia giusta per combattere obesità e sovrappeso  
 

Il peso corporeo rappresenta l’espressione del bilancio energetico tra entrate e uscite caloriche. L’energia viene introdotta con gli alimenti ed utilizzata dal corpo sia durante il riposo che durante l’attività fisica. Se si introduce più energia di quanta se ne consuma, l’eccesso si accumula sotto forma di grasso, determinando un aumento di peso.

Il grasso corporeo in eccesso favorisce l’insorgenza di gravi disturbi quali malattie cardiovascolari e del sistema metabolico, in particolare il diabete. L’organismo con diabete produce insulina in modo inadeguato e le cellule non sono in grado di utilizzarla, mentre lo zucchero rimasto nel sangue danneggia vari organi. L’associazione tra sovrappeso e ipertensione è ampiamente provata, il sovrappeso favorisce l’aumento del colesterolo LDL, responsabile della formazione di placche aterosclerotiche nel sangue.

L’obesità ma anche il semplice sovrappeso sono fattori di rischio nell’insorgenza di tumori e molte malattie degenerative che colpiscono le articolazioni principali è, dunque, di fondamentale importanza imparare a tenere rigorosamente d’occhio la bilancia.

Nel controllo del peso è importante ricordare che ognuno ha un suo metabolismo, quindi l’utilizzo dell’energia cambia notevolmente da una persona all’altra. Il che significa che, pur introducendo la stessa quantità di cibi e mantenendo uno stile di vita simile, c’è chi tende a ingrassare e chi invece…è fortunato!

La correzione del peso è un obiettivo da perseguire con cautela  e intelligenza, senza ricorrere a restrizioni alimentari troppo brusche e severe. Infatti, dall’analisi della letteratura scientifica d’avanguardia per la cura del sovrappeso e dell’obesità, emerge chiaramente che il tradizionale “metodo prescrittivo” (dieta bilanciata, abbandono delle abitudini sedentarie e stile di vita attivo) se inteso come unico strumento di intervento sul problema, produce effetti tutt’altro che soddisfacenti.
 
I presupposti di un approccio integrato al problema del sovrappeso e dell’obesità prevedono:
  • un approccio alla persona nella sua interezza: una complessa unità fatta di corpo, mente e anima;
  • un percorso individualizzato: ogni persona ha una sua storia col cibo, un suo profilo metabolico e delle abitudini di vita, fattori che vanno studiati per mettere a punto un programma di lavoro che possa rivelarsi sostenibile ed efficace per la persona specifica;
  • il paziente visto come protagonista attivo: protagonista del proprio benessere, partecipe nel costruire un nuovo stile di vita che lo aiuti nella perdita di peso e nel mantenimento dei risultati ottenuti;
  • un approccio non solo teorico ma anche pratico: che consenta di strutturare un percorso di rieducazione in cui l’individuo impara come tenere sotto controllo il proprio peso anche attraverso esercizi pratici;
  • un monitoraggio frequente: che non lasci solo il paziente di fronte alle sue difficoltà e che si prolunghi anche nel periodo di mantenimento.
Difficilmente un dietologo possiede tutte le competenze necessarie, quindi in caso di obesità o sovrappeso eccessivo, è opportuno rivolgersi ad equipe specializzate che siano in grado di fornire una consulenza integrata; mentre per tutti gli altri il buon senso dovrebbe indurre ad osservare regimi alimentari caratterizzati da ricchezza e varietà di alimenti in modo da garantire all’organismo il giusto apporto di nutrienti.
 
torna all'elenco degli articoli
 

Accedi per commentare:
Collegati


hai dimenticato la password?
A.S.D. Il Tempio Del Benessere Via R. Caravaglios, 36 80125 Napoli tel. 081.62.46.60 email info@iltempiodelbenessere.org